SEI QUI:

Bando 16.2 - Domande frequenti 

Disclaimer FAQ


Hai dubbi sul bando 16.2?
Inviaci la tua domanda all'indirizzo comunicazione.psr@regione.puglia.it


ultimo aggiornamento: lun, 29 ottobre 2018 @ 12:10

FAQ Bando 16.2

SOGGETTI BENEFICIARI

Se il raggruppamento ha partecipato alla misura 16.1 ed è stato ammesso all'istruttoria tecnico-amministrativa, può presentare la domanda di sostegno e il relativo progetto alla sottomisura 16.2 con un capofila diverso?

Il capofila non può essere modificato (paragrafo 8 dell'avviso 16.2).


Se un raggruppamento ha partecipato all'avviso della sottomisura 16.1 ed è stato ammesso all'istruttoria tecnico-amministrativa è obbligato a costituirsi?

Il raggruppamento è obbligato a costituirsi prima del rilascio della domanda di sostegno relativa alla sottomisura 16.2 (par. 8 - Impegni del costituendo Gruppo Operativo (GO) – dell'Avviso 16.1) se lo stesso ha partecipato all'avviso della sottomisura 16.1 ed è stato ammesso all'istruttoria tecnico-amministrativa. L'ammissione all'istruttoria tecnico-amministrativa non implica l‘ammissibilità della domanda di sostegno agli aiuti, in quanto la stessa dipende dall'esito dell'attività istruttoria.


Al fine di costituire formalmente il Gruppo Operativo (GO) per la presentazione della Domanda di Sostegno (Dds) relativa alla sottomisura 16.2, è necessario che i partner siano gli stessi che hanno sottoscritto e presentato il modello 7 ai sensi della sottomisura 16.1?

L'avviso pubblico relativo alla sottomisura 16.1, all'art. 8 – Impegni del costituendo GO - stabilisce che "Il GO dovrà essere costituito obbligatoriamente da tutti i soggetti che hanno proposto il Piano di azione e da tutte le tipologie di soggetti partner che si prevede di coinvolgere, pena l'esclusione dal sostegno". In fase di istruttoria tecnico amministrativa, ai sensi del paragrafo 11 dell'avviso, sarà valutata la documentazione prevista dal paragrafo 10.1, presentata insieme alla domanda di aiuto. Detta istruttoria sarà finalizzata a definire l'ammissibilità a finanziamento delle domande di sostegno.


TIPOLOGIE DEGLI INVESTIMENTI E COSTI AMMISSIBILI

Nelle spese per la realizzazione del progetto, divulgazione e trasferimento dei risultati della sottomisura 16.2, possono rientrare anche le consulenze per la presentazione della domanda di sostegno, gestione della pratica di finanziamento fino alla eventuale domanda di collaudo?

La spesa per i tecnici che ricevono l'incarico dal Gruppo Operativo (GO) per la presentazione della Domanda di sostegno e per la consulenza tecnica relativa alla gestione della pratica di finanziamento, non rientra tra i costi ammissibili del par. 11 (Tipologie degli investimenti e costi ammissibili – dell'avviso relativo alla sottomisura 16.2).


All'articolo 11.1 del bando sono definite le tipologie di costi ammissibili, separando i costi per acquisizione di servizi ( punto 11.1.2) dai costi per acquisizione di consulenze (punto 11.1.3). Relativamente a quest'ultima tipologia di costi, sempre al punto 11.1.3 viene precisato che : "I costi per l'acquisizione di consulenza resi da soggetti esterni al GO, ...., non possono superare il 20% del costo del personale (come definito al par. 11.1.1) dedicato alla realizzazione del progetto ed alla divulgazione e trasferimento dei risultati. Può confermare che tale limitazione percentuale è legata solo alle consulenze e non ai servizi?

La percentuale massima del 20% è riferita esclusivamente ai costi per l'acquisizione di consulenze.


Le tipologie contrattuali degli assegni di ricerca e dei borsisti, citati tra i soggetti a cui possono essere riconosciuti i costi per le missioni al pari del personale dipendente, come da articolo 11.1.7 del bando, sono annoverati nella voce del personale?

Le tipologie contrattuali degli assegni di ricerca e dei borsisti sono ammissibili a finanziamento ai sensi della sottomisura 16.2 e non sono annoverati nella voce Personale.


MODALITÀ E TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI SOSTEGNO E DELLA DOCUMENTAZIONE

Al paragrafo 19 (pag. 41) del bando 16.2 è riportato il seguente periodo:
"Il soggetto richiedente prima della presentazione della Domanda di Sostegno deve presentare al CAA il documento probante l'Accordo di Cooperazione (dichiarazione di impegno a costituirsi o copia dell'atto pubblico nel caso in cui il GO fosse già costituito in una delle forme giuridiche previste dall'avviso)". Nel caso in cui il raggruppamento temporaneo non sia costituito al momento della presentazione della DdS, quale allegato occorre consegnare al CAA per l'aggiornamento del fascicolo: Allegato 5A e 5B oppure Allegato 6? Oppure tutti e 3 gli allegati?

Nel caso in cui il GO non sia costituito al momento della presentazione della DdS, al CAA occorre presentare la "dichiarazione di impegno a costituirsi" redatta secondo lo schema dell' Allegato 6 dell'avviso pubblico.


È necessario che l'utente da abilitare alla compilazione, stampa e rilascio della Domanda di Sostegno sia un tecnico agronomo abilitato?

No, non è necessario che la domanda di sostegno sia presentata da un tecnico agronomo abilitato.


L'apertura del fascicolo aziendale è previsto per tutti i partner del raggruppamento ma, qualora come nel caso specifico partecipassero enti come l'Università, anche questi sono tenuti all'apertura del fascicolo?

L'apertura e/o aggiornamento e conseguente validazione del fascicolo aziendale è una condizione di ammissibilità prevista nell'avviso pubblico al par. 9. Tale condizione è prevista per tutti i partner comprese le Università e i centri di ricerca. A tal proposito, si riporta testualmente lo stralcio del par. 9 dell'avviso pubblico: "sia per i raggruppamenti di tipo a) che di tipo b), ciascun componente del partenariato deve provvedere all' apertura, aggiornamento e conseguente validazione del proprio fascicolo aziendale"; e del par. 19 dello stesso avviso: "Ciascun componente del partenariato deve innanzitutto provvedere all' apertura e/o aggiornamento e conseguente validazione del proprio fascicolo aziendale".


E' possibile sapere la scadenza per l'apertura del fascicolo aziendale?

L'apertura del fascicolo aziendale, di ciascun partner, deve avvenire necessariamente prima della scadenza prevista per la presentazione della Domanda di sostegno.


Il capofila deve allegare all'apertura e validazione del fascicolo aziendale l'Allegato 6 dichiarazione di impegno a costituirsi in Gruppo Operativo (GO)?

Il Paragrafo 19 dell'Avviso pubblico riporta che:

"Il soggetto richiedente, prima della presentazione della Domanda di Sostegno, deve presentare al CAA il documento probante l'Accordo di Cooperazione (dichiarazione di impegno a costituirsi - Allegato 6 - o copia dell'atto pubblico nel caso in cui il GO fosse già costituito in una delle forme giuridiche previste dall'avviso). Successivamente il CAA inserirà nel Fascicolo Aziendale il documento che prova la Tipologia di Accordo e la delega al soggetto richiedente per la presentazione della Domanda di sostegno. Il soggetto richiedente, attraverso il proprio CAA, associa i Fascicoli Aziendali dei Partner al proprio, anche se questi hanno il fascicolo in altre Regioni. Ogni variazione relativa ai partner comporterà un aggiornamento del Fascicolo e la produzione di una nuova scheda di validazione, che riporterà al suo interno la lista dei Soci e l'indicazione del soggetto richiedente"

 


PRESENTAZIONE DELLE DDP E DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE

Uno dei partner è un Consorzio di Tutela DOP che vedrà coinvolte solo alcune imprese agricole consorziate. Si chiede come si debbano considerare le spese ammissibili che queste sosterranno nella realizzazione del progetto: dovranno rendicontare singolarmente le proprie spese (e quindi attivare un c/c dedicato singolo) oppure le spese dovranno essere rendicontate dal Consorzio che, a questo punto, dovrà attivare un c/c dedicato al progetto?

"Sono ammissibili i costi sostenuti dal soggetto capofila e dai singoli partner", così recita l'avviso pubblico al par. 11. Nel caso specifico, se il partner di progetto è il consorzio le spese ammissibili sono solo quelle sostenute dallo stesso e non dai singoli consorziati. L'obbligo di attivazione di un c/c dedicato è previsto per il capofila del progetto e non per i singoli partner. Tuttavia le spese sostenute dai singoli partner, ai fini della tracciabilità, devono transitare da c/c, anche se non dedicati, intestati comunque al partner.

 

 


VARIE

Cosa deve fare un raggruppamento ammesso all'istruttoria tecnico–amministrativa della sottomisura 16.1, se rinuncia agli aiuti previsti?

Se un raggruppamento candidato alla sottomisura 16.1 ed ammesso all'istruttoria tecnico-amministrativa decidesse di rinunciare agli aiuti previsti, deve comunicarlo formalmente alla Regione.


Per la quota di cofinanziamento del progetto (indicativamente un 20%) è possibile che sia la sola Capofila a dimostrare la capacità di sostenere l'investimento o ciascun partner, compresi gli Enti di Ricerca, deve dimostrare la propria affidabilità economica?

Non è prevista la dimostrazione della quota di cofinanziamento del progetto, in quanto per la Sottomisura 16.2, non sono previste domande di pagamento di anticipo, tranne che per la realizzazione di prototipi e per l'acquisto di beni durevoli, previa presentazione di garanzia fidejussoria come previsto al par. 25 dell'avviso pubblico.

 

Quando sarà aperto il portale SIAN per l'inserimento dei fascicoli aziendali Misura 16.2?

Il portale SIAN è aperto dal 04/11/2018; la sua chiusura è prevista per il giorno 19/12/2018.


 

ultimo aggiornamento: mer, 14 novembre 2018 @ 11:52